28feb

COMUNITA' ENERGETICA di ROSETO VALFORTORE

28 feb, 2020 | News | View Counts (17260) |

Si è tenuta nella Sala della Ruota, di Palazzo Dogana la Conferenza Stampa di presentazione della COMUNITA' ENERGETICA di ROSETO VALFORTORE.

Sono intervenuti: Rosario Cusmai, Consigliere Delegato all' Ambiente ed Energia della Provincia di Foggia; Lucilla Parisi, Sindaco di Roseto Valfortore; Paolo Campo, Capogruppo PD della Regione Puglia; Michele Raffa, Presidente Friendly Power; Matteo Cutano, Delegato GAL Meridaunia; Michele Dedda, Delegato Area Interna Monti Dauni; Edoardo Zanchini, Vice Presidente Lega Ambiente ed il rappresentante di Banca Etica.

Nel modello dì Comunità Energetica, sviluppato da Michele Raffa e proposto da Friendly Power, i cittadini e il Comune saranno protagonisti e non comparse nei processi di investimenti, come è stato negli anni precedenti.

Il MODELLO prevede quattro FASI: Il passaggio da Consumer a Prosumer (l'obiettivo è quello di raggiungere almeno il 35% di energia autoprodotta da FER e consumata). Il passaggio da Prosumer a Prosumer Plus (gli obiettivi sono quelli (a) di raggiungere almeno il 70% di energia autoprodotta da FER e consumata e (b) di far diventare tutti i Prosumer "nodi" della Comunità). La realizzazione di Impianti di Comunità (gli obiettivi sono quelli (a) di raggiungere il 100% di energia autoprodotta da FER e consumata e (b) di far diventare anche gran parte dei Consumer "nodi" della Comunità):  La diffusione della Comunità attraverso il Power Cloud (gli obiettivi sono quelli (a) di gestire i flussi energetici della Comunità Energetica, in modo virtuale, utilizzando la rete del distributore. o reale, acquisendo la rete locale, e (b) di allargare virtualmente la rete a consumer/nodi ubicati anche fuori dal territorio comunale).

Ciascuna FASE del MODELLO viene realizzata attraverso progetti/investimenti che rientrano a pieno titolo in un processo già in atto a livello nazionale. europeo e globale. che viene chiamato TRANSIZIONE ENERGETICA.
Le FASI del MODELLO possono essere realizzate:

  • in sequenza. secondo un approccio bottom up
  • in contemporanea, secondo un approccio top down.

Ciascuna AZIONE viene realizzata attraverso uno o più progetti autoconsistenti. capaci cioè di creare valore aggiunto e/o ricchezza, attraverso la diminuzione di costi e/o l'aumento di ricavi, senza che siano necessariamente collegati ai progetti delle altre AZIONI.
L'approccio bottom up è quello già iniziato da Roseto. il processo di TRANSIZIONE ENERGETICA si completerà in un periodo che può durare dai 5 ai 10 anni per arrivare alla Comunità Energetica. L'approccio top down prevede un ruolo attivo della Regione. con la quale il Comune. le Associazioni e i privati coinvolti nella realizzazione della Comunità Energetica sottoscrivono un Accordo di Programma Quadro (APQ) per creare la Comunità Energetica, che riguarderà un'area omogenea. all'interno della quale saranno realizzati, anche contemporaneamente, i progetti previsti dal modello. In questo caso il processo di TRANSIZIONE ENERGETICA si completerà in un periodo minore, che può durare dai 3 ai 5 anni per arrivare alla Comunità Energetica.

Brochure

WhatsAppImage2020-02...

WhatsAppImage2020-02...

WhatsAppImage2020-02...

WhatsAppImage2020-02...

Articoli correlati

MOSTRA COLLETTIVA “IMMAGINARE L’AZIONE”

L’inaugurazione della mostra si terrà presso la Sala Narrativa della Biblioteca "L...

CAPITANATALE 2020

Accensione Albero di Natale a Palazzo Dogana il 10 dicembre alle ore 17.00

Il TRICOLORE ILLUMINA PALAZZO DOGANA SEDE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA

Il Presidente Gatta ha dichiarato che “Con questa iniziativa intendiamo partecipare al sentime...

PALAZZO DOGANA: CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DEL NUOVO SITO ISTITUZIONALE DELLA PROVINCIA

Si terrà martedì 5 novembre, con inizio alle ore 11.00 nella Sala della Ruota di Palaz...

Categorie

Archivio per mese

Cerca notizie e comunicati

Cerca tramite parola chiave o frase

Cerca per data di pubblicazione