02apr

“I FIORI BLU” 2024

02 apr, 2024 | News | View Counts (402) |

Saranno Francesco Chiodelli, Silvia Avallone e Fabio Genovesi i protagonisti della seconda puntata delle
quattro programmate a Foggia per la presentazione delle dieci candidature della quinta edizione del Premio
nazionale letterario “I fiori blu”.
L’incontro si svolgerà all’interno della cornice della Sala Rosa del palazzetto dell’Arte “A. Pazienza”, sabato 6
aprile, a partire dalle 17.45, con ingresso libero. Le interviste agli autori, pubblicate anche on line sul sito e
sulle pagine social ufficiali del Premio sono a cura di Daniele Coduti, docente di Diritto costituzionale e Gianni
Antonio Palumbo docente di Critica Letteraria dell’Università di Foggia, partner istituzionale del Premio e dalla
giornalista Michela Magnifico.
I volumi degli autori presenti saranno disponibili anche per il firmacopie grazie alla collaborazione della
libreria UBIK.
Le storie raccolte nel saggio “Cemento Armato” edito da Bollati Boringhieri, sembrano degne di un romanzo
noir eppure sono storie vere tutte ambientate in diverse città italiane nel Nord e nel Sud della penisola,
funestate per decenni da svariate forme di illegalità, corruzione, abusivismo, infiltrazioni criminali, prassi
municipali opache e occupazione di immobili pubblici e privati. Ad alimentarle non sono solo pratiche illegali,
ma anche compiacenti politiche istituzionali che vengono qui portate alla luce, in un libro chiaro e quantomai
urgente sulle ragioni profonde di un fenomeno tipico del Belpaese che stiamo rovinando. L’autore Francesco
Chiodelli insegna Geografia economica e politica presso l’Università di Torino, dove dirige il Centro di Ricerca
interdipartimentale in studi urbani. Ha scritto numerosi saggi internazionali su questioni abitative e su spazi
informali e illegali e contribuisce al dibattito pubblico in Italia attraverso interventi radiofonici e articoli sulla
stampa nazionale.
Nel romanzo “Oro puro” edito da Mondadori si racconta attraverso lo sguardo di un ragazzino, una delle più
grandi avventure della storia: la navigazione di Colombo alla scoperta dell’America, come mai è stato fatto
prima. Chi legge si cala dentro una grande avventura umana, esistenziale e sentimentale, che si snoda
attraverso imprese, amori, crudeltà spaventose e improvvise tenerezze, svelandoci come dietro la scoperta
occidentale delle Americhe si nascondano violenze, soprusi e malintesi, ma soprattutto l’insopprimibile, eterno
istinto degli uomini a prendere, consumare e distruggere tutto, persino se stessi. Attraverso lo sguardo di
Nuno, percorriamo il viaggio più importante della storia dell’umanità: i giorni infiniti prima di avvistare terra,
fino alla scoperta di un mondo nuovo, una nuova umanità, una nuova, diversa possibilità di intendere la vita.

In questo Paradiso Terrestre, Nuno imparerà quanta ferocia, quanta avidità possa motivare le scelte degli
uomini, ma anche la forza irresistibile dell’amore, che lo travolgerà fino a sconvolgere i suoi giorni e le sue
notti. Fabio Genovesi è nato e vive a Forte dei Marmi. Dopo l’esordio con due libri ormai di culto, Morte dei
marmi e Versilia Rock City, ha conosciuto un successo via via crescente con i romanzi Esche vive, Chi manda
le onde (premio Strega Giovani), Il mare dove non si tocca, Cadrò sognando di volare e Il calamaro gigante. È
la voce “culturale” delle telecronache Rai al Giro d’Italia, collabora con il “Corriere della Sera” e il suo
settimanale “la Lettura”.
Nel romanzo “Cuore nero” edito da Rizzoli, finalmente due solitudini s’incontrano. Negli occhi di Emilia –
“privi di luce, come due stelle morte” – Bruno intuisce un abisso simile al suo, ma di segno opposto. Entrambi
hanno conosciuto il male: lui perché l’ha subito, lei perché l’ha compiuto – un male di cui ha pagato il prezzo
con molti anni di carcere, ma che non si può riparare. Sassaia è il loro punto di fuga, l’unica soluzione per
sottrarsi a un futuro in cui entrambi hanno smesso di credere. Ma il futuro arriva e segue leggi proprie; che
tu sia colpevole o innocente, vittima o carnefice, il tempo passa e ci rivela per ciò che tutti siamo:
infinitamente fragili, fatalmente umani. Si legge così una storia di condanna e di salvezza che indaga le crepe
più buie e profonde dell’anima per riempirle di compassione, di vita e di luce. Un libro tra i più maturi
dell’autrice Silvia Avallone che è nata a Biella, ma vive a Bologna. I suoi romanzi hanno vinto numerosi premi.
Da “Acciaio” (finalista al premio Strega 2010) è stato tratto l’omonimo film, senza dimenticare “Marina
Bellezza”, “Da dove la vita è perfetta” e “Un’amicizia”.
Il Premio “I fiori blu”, di prestigio nazionale e tra i più significativi dell’Italia meridionale, da marzo a settembre
2024 porterà in Capitanata 10 libri di scrittrici e scrittori, selezionati da una Commissione scientifica
presieduta e coordinata dalla Presidente del Premio “I fiori blu”, composta da quattro rappresentanti per
l’associazione “I fiori blu”, uno per la Fondazione Monti Uniti, uno per il l’Università, uno per l’Ufficio
Scolastico Territoriale, e uno per i librai del territorio. A selezionare i 5 finalisti tra i 10 candidati del Premio “I
fiori blu” il prossimo 28 maggio, invece, sarà come ogni anno una Giuria Tecnica presieduta da Paolo Mieli e
composta da Ritanna Armeni, Luciano Canfora e Sandra Petrignani insieme con Lidia Ravera, Silvia Truzzi,
Marco Ferrante e Giuliano da Empoli, quest’ultimo vincitore dell’edizione 2023. Subito dopo, i finalisti
vengono sottoposti al voto della Giuria di lettori e lettrici di tutta Italia.

Genovesi

Avallone

Chiodelli

Articoli correlati

COMUNI DI CAPITANATA ESCLUSI DAL FINANZIAMENTO PER LA VIDEOSORVEGLIANZA: LE DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE GATTA

Comuni della Capitanata esclusi dal finanziamento del Ministero dell’Interno destinato per il ...

STRADA REGIONALE 1 “POGGIO IMPERIALE - CANDELA”: SOTTOSCRITTO IL CONTRATTO PER LA PROGETTAZIONE

Dopo l’espletamento della gara è stato sottoscritto, a Palazzo Dogana,  il contrat...

GUIDE ALL’ASCOLTO

È dedicato alle celebrazioni pasquali il penultimo appuntamento delle Guide all’ascolto...

Bando MISE, Provincia di Foggia il Presidente Nobiletti: dare forza ai territori di tutta la Capitanata

Capitanata in Transizione è il progetto pilota che l’Amministrazione Provinciale di Foggia - nella ...

AVVISO AL PUBBLICO - Cod. prat.: 2021 /00180 - PRESENTAZIONE ISTANZA PER L’AVVIO DEL PROCEDIMENTO DI VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

Realizzazione di un impianto fotovoltaico a terra connesso alla rete elettrica di distribuzione ubic...

Categorie

Archivio per mese

Cerca notizie e comunicati

Cerca tramite parola chiave o frase

Cerca per data di pubblicazione