Menu

Caccia

Competenze

L'attività venatoria in Puglia è regolamentata dalla Legge Regionale n. 27/98. Ci si può rivolgere all'Ufficio Caccia di questo Ente per le seguenti esigenze:

  • richiesta contributo per i danni causati dalla fauna selvatica alla produzione agricola;
  • erogazione di incentivi agli agricoltori per il miglioramento dell'ambiente ai fini della tutela della fauna;
  • svolgimento degli esami di abilitazione all'esercizio venatorio e rilascio dei relativi attestati (art. 28 - L.R.27/98);
  • contenzioso venatori;
  • notizie inerenti il pagamento delle sanzioni amministrative;

  • presentazione delle note difensive in opposizione ai verbali.

rilascio nullaosta per:

       

      • aziende faunistico venatorie (Regol.Region. n. 4/2000);
      • zone addestramento cani (Z.A.C.) (Regol.Region. n. 5/2000);
      • aziende agri-turistico- venatorie (Regol.Region. n. 6/2000);
      • tassidermia ed imbalsamazione (Regol.Region. n. 7/2001);
      • appostamenti fissi;
      • centri privati di riproduzione della fauna selvatica allo stato naturale (Regol.Region. n. 9/2001);
      • allevamenti e detenzione fauna a scopo alimentare, amatoriale, per ripopolamento (Regol.Region. n. 11/2001).

      L'Ufficio si occupa inoltre di:

       

      • gestione delle zone protette e ripopolamenti faunistici;
      • gestione del Centro Ambientamento della selaggina presso Celenza V.F. e dell' Osservatorio faunistico "Oasi Lago Salso";
      • manifestazioni fieristiche (padiglione della caccia ed Acquario provinciale);
      • verifiche tecniche sulle Az.faunistico-venatorie;
      • censimento periodico della fauna selvatica;
      • distribuzione tesserini venatori e calendari ai Comuni;
      • coordinamento A.T.C..

       

      Ambito Territoriale di Caccia (A.T.C.)

      Permessi giornalieri

      (per cacciatori non residenti)

       Rivolgersi all'A.T.C ai seguenti numeri telefonici: 0881.791735 - 335.1503618

       E-mail:atcfoggia@libero.it

      Caccia al cinghiale in forma di selezione individuale

      Si ricorda che i Capisquadra che vogliono prevedere nella Zona assegnata tale tipo di abbattimento, nel rispetto della normativa vigente, devono richiederne annualmente l’autorizzazione alla Provincia, entro il 31 luglio di ogni anno, attraverso la presentazione di apposita domanda.

      Leggi e Regolamenti Regionali

       TitoloDescrizionePubblicato ilModificato ilDimensione 
      Legge Regionale 27/98Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma, per la tutela e la programmazione delle risorse faunistico – ambientali e per la regolamentazione dell’attività venatoria 22/01/201622/01/2016SconosciutoDownload
      Regolamento regionale 3 ottobre 2001, n. 7Tassidermia ed imbalsamazione (R.R. n. 7/2001) 22/01/201622/01/2016SconosciutoDownload
      Regolamento regionale 16 novembre 2001, n. 9Centri privati di riproduzione della fauna selvatica allo stato naturale (R.R. n. 9/2001)22/01/201622/01/2016SconosciutoDownload
      Regolamento regionale 25 settembre 2003, n. 11Allevamenti e detenzione della fauna a scopo alimentare, per ripopolamento, a scopo ornamentale e amatoriale; richiami vivi per la caccia da appostamento; allevamenti dei cani da caccia.22/01/201622/01/2016SconosciutoDownload
      Regolamento regionale 28 dicembre 2000, n. 4Aziende faunistico venatorie (R.R. n. 4/2000)22/01/201622/01/2016SconosciutoDownload
      Regolamento regionale 28 dicembre 2000, n. 5 Zone addestramento cani Z.A.C. (R.R. n. 5/2000) 22/01/201622/01/2016SconosciutoDownload
      Regolamento regionale 28 dicembre 2000, n. 6Aziende agri-turistico-venatorie (R.R. n. 6/2000)22/01/201622/01/2016SconosciutoDownload
      Regolamento regionale 28/12/2000 N. 3Vigilanza venatoria (R.R. n. 3/2000)22/01/201622/01/2016SconosciutoDownload

      Piano Faunistico Venatorio Regionale 2009 - 2014

       TitoloDescrizionePubblicato ilModificato ilDimensione 
      All. 1Rapporto ambientale22/01/201622/01/2016SconosciutoDownload
      All. 3Valutazione incidenza22/01/201622/01/2016SconosciutoDownload
      All. 3Sintesi non tecnica22/01/201622/01/2016SconosciutoDownload
      Elenco elaboratiElenco elaborati22/01/201622/01/2016SconosciutoDownload
      Tav. 1 ATav. 1 A22/01/201622/01/2016SconosciutoDownload
      Tav. 2 ATav. 2 A22/01/201622/01/2016SconosciutoDownload
      Tav. 2 A (Ba - No BAT)Tav. 2 A (Ba - No BAT)22/01/201622/01/2016SconosciutoDownload
      Tav. 3Tav. 322/01/201622/01/2016SconosciutoDownload
      Tav. 4Tav. 422/01/201622/01/2016SconosciutoDownload
      Tav. 5Tav. 522/01/201622/01/2016SconosciutoDownload

      Varie

       TitoloDescrizionePubblicato ilModificato ilDimensione 
      Abilitazione all'esercizio venatorioAbilitazione all'esercizio venatorio22/01/201622/01/2016SconosciutoDownload
      Accensione stoppieNorme in materia di bruciatura delle stoppie22/01/201622/01/2016SconosciutoDownload
      Caccia al cinghialeProgrammazione e pianificazione del prelievo venatorio in provincia di Foggia22/01/201622/01/2016SconosciutoDownload
      Calendario venatorio regionaleAnnata 2015/201622/01/201622/01/2016SconosciutoDownload
      Danni causati dalla fauna selvatica alle colture agricoleDanni causati dalla fauna selvatica alle colture agricole22/01/201622/01/2016SconosciutoDownload
      Danni da selvaticiModulo segnalazione22/01/201622/01/2016SconosciutoDownload
      Esami di abilitazione all'esercizio venatoriorichiesta riammissione22/01/201622/01/2016SconosciutoDownload
      Esami di abilitazione all'esercizio venatorioDomanda22/01/201622/01/2016SconosciutoDownload
      Infrazioni e sanzioniPrincipali infrazioni in materia di caccia e relative sanzioni22/01/201622/01/2016SconosciutoDownload
      Programma venatorio regionale2015/201622/01/201622/01/2016SconosciutoDownload

      Danni causati dal lupo agli allevamenti di bestiame

      L'allevatore che ha subito danni da Lupo o presunto Lupo, deve, nel più breve tempo possibile, contattare un Veterinario dell’ASL competente sul quel territorio, il quale deve recarsi sul posto e stilare un verbale sulle cause della morte degli animali, riportando il numero e la matricola degli stessi. Il verbale, così compilato, deve essere consegnato all’Ufficio Caccia e Pesca della Provincia di Foggia, che insieme alla richiesta di indennizzo, redatta su apposito modulo dall’allevatore, verrà spedita agli Uffici competenti della Regione Puglia.

      Le informazioni sulle procedure di indennizzo sono disponibili presso la sede dell’Ufficio Caccia e Pesca della Pr ovincia di Foggia, in Via Telesforo n. 25.

      Modello di domanda: Apri e scarica

      Osservatorio faunistico provinciale - Centro recupero selvatici

      Chiunque rinvenga uccelli o mammiferi appartenenti alla fauna selvatica, in difficoltà o feriti, è tenuto a darne avviso, nel più breve tempo possibile al Comune competente o direttamente al Centro Recupero Selvatici presso l'Osservatorio faunistico provinciale di Foggia.

      Informazioni: Apri e scarica

      Presentazione: Apri e scarica