Avere una famiglia

Misure a sostegno della famiglia

A partire dal giugno 2008 sono state approvate dal Parlamento norme dirette a prevedere benefici di varia natura destinati ai soggetti ed ai nuclei familiari in difficoltà. Le misure di carattere più squisitamente sociale sono contenute essenzialmente in alcuni interventi legislativi d'urgenza adottati nella forma del decreto-legge.

informazioni aggiornate a lunedì, 21 settembre 2009

*       Le competenze istituzionali

*       La Carta acquisti

*       Il bonus straordinario in favore dei nuclei familiari

*       Fondo di credito per i nuovi nati e acquisto latte artificiale

*       Interventi per le famiglie colpite dal sisma della regione Abruzzo

Le competenze istituzionali

In tema di competenze istituzionali le più recenti previsioni sono contenute nel decreto-legge n. 85/2008, convertito dalla legge n. 121/2008, che ha confermato l’attribuzione al Presidente del Consiglio dei ministri delle funzioni di indirizzo e coordinamento in materia di politiche per la famiglia, riguardanti anche l’Osservatorio nazionale sulla famiglia. Sono inoltre affidate alla Presidenza del Consiglio dei ministri le funzioni di competenza del Governo per l’Osservatorio nazionale per l’infanzia e l’adolescenza nonché la gestione delle risorse finanziarie dedicate alle politiche della famiglia. Sono infine di competenza del Presidente del Consiglio dei ministri le funzioni concernenti il Centro nazionale di documentazione e di analisi per l’infanzia e l’adolescenza. Con il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 13 giugno 2008 è stata quindi attribuita la relativa delega al Ministro della gioventù.

La Carta acquisti

Ildecreto-legge n. 112/2008, convertito dalla legge n. 133/2008, ha disposto l’istituzione di un Fondo di solidarietà per i cittadini meno abbienti per la concessione della Carta acquisti.

La Carta acquistiviene concessa,con onere a carico dello Stato, ai residenti con cittadinanza italiana richiedenti che versano in condizione di maggior disagio economico, per l’acquisto di beni alimentari e di servizi di carattere energetico.

Viene demandata ad un decreto interdipartimentaledel Ministro dell’economia e delle finanze e del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali, la disciplina delle modalità di individuazione dei titolari del beneficio-sulla basedi alcuni fattori, tra i quali l’età dei cittadini e la situazione economica del nucleo familiare -, dell’ammontaredel beneficio unitario, delle modalità per la fruizione di esso. E’prevista la stipula di convenzioni tra il Ministro dell’economia e delle finanze, di concerto con il Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali, ed il settore privato, per il supporto economico in favore dei titolari delle carte acquisti.

In base al predetto decreto, adottato dal Ministero dell’economia e delle finanze il 16 settembre 2008 la Carta vale 40 euro al mese e viene caricata ogni due mesi con 80 euro sulla base degli stanziamenti via via disponibili.

In particolare il beneficio è concesso agli anziani di età superiore o uguale ai 65 anni o ai bambini di età inferiore ai tre anni (in questo caso il titolare della Carta è il genitore) che siano in possesso di particolari requisiti reddituali.

Il bonus straordinario in favore dei nuclei familiari

Ulteriore provvedimento contenente misure di sostegno in funzione anti-crisi è il decreto-legge n. 185/2008, convertito dalla legge n. 2/2009.

Per l’anno 2009 viene previsto un bonus straordinario in favore dei nuclei familiari che, nel 2008, hanno realizzato un basso reddito. L’ammontare del bonus è fissato per scaglioni di reddito e in base alla numerosità del nucleo familiare, e varia da un minimo di 200 euro ad un massimo di 1.000 euro. Il bonus è attribuito ad un solo soggetto del nucleo familiare e non costituisce reddito: per ottenerlo è necessario presentare domanda autocertificata.

Fondo di credito per i nuovi nati e acquisto latte artificiale

Ulteriori disposizioni agevolano l’accesso al credito per le famiglie con un figlio nato o adottato nel periodo 2009-2011. E’ istituito, presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, un apposito fondo rotativo denominato “Fondo di credito per i nuovi nati”, finalizzato al rilascio di garanzie dirette, anche fidejussorie, alle banche ed agli intermediari finanziari.

Al Fondo è concessa una dotazione pari a 25 milioni di euro per ciascuno degli anni 2009, 2010 e 2011: alla copertura del relativo dell’onere si provvede mediante l’utilizzo delle risorse del Fondo per le politiche della famiglia.

Viene poi demandata ad un apposito decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri la definizione dei criteri e delle modalità di  funzionamento del Fondo e del rilascio ed operatività delle garanzie.

Inoltre per il 2009 il “Fondo per il credito per i nuovi nati” viene integrato di 10 milioni di euro. L’integrazione è disposta per la corresponsione di contributi in conto interessi in favore delle famiglie di nuovi nati o con bambini adottati nel medesimo anno che siano portatori delle malattie rare. E' stato recentemente pubblicato il D.P.C.M. 10 settembre 2009 recante la disciplina relativa all'attuazione e alla gestione del Fondo di garanzia, che definisce, tra l'altro, le operazioni ammissibili, i soggetti finanziatori, la natura e misura della garanzia e le condizioni per l'ammissione ad essa.

Infine è autorizza la spesa di 2 milioni di euro per l’anno 2009 per il rimborso delle spese occorrenti per l’acquisto di latte artificiale e pannolini per i neonati fino a 3 mesi di età.

I destinatari dei rimborsi sono i beneficiari delle provvidenze del Fondo di solidarietà per i cittadini meno abbienti sopra ricordato.

Interventi per le famiglie colpite dal sisma della regione Abruzzo

L’articolo 8, comma 2 del decreto-legge n. 39/2009 convertito dalla legge n. 77/2009, prevede, a valere sulle risorse per il 2009 del Fondo per le politiche della famiglia, nei limiti di una spesa pari a 12 milioni di euro, l'adozione di interventi per: la costruzione e l'attivazione di servizi socio-educativi per la prima infanzia; la costruzione e l'attivazione di residenze per anziani; la costruzione e l'attivazione di residenze per "nuclei monoparentali madre bambino".

torna al menù veloce

Newsletter

Newsletter




torna al menù veloce
webtv diretta video archivio delle sedute del consiglio provinciale

ACF

Mobilità & Disabili

Agricoltura Dauna

SUA - Stazione Unica Appaltente

Forum Agricoltura

Verifica Impianti Termici

Scuola di Protezione Civile

Ufficio Europa

Focus Europe

Patto dei Sindaci

Linea Amica

Audio Video

Concorso lirico Umberto Giordano

Arcadio

Formazione

Offerte Lavoro

Girolio

Capitanata 2020

Ambiente

Magna Capitana

Reciproca

Università terza età

Sportello linguistico provinciale