Numeri utili e contatti

torna al menù veloce

Portale Sintesi

Servizio Civile




Territorio

Sportello Telematico Unificato

Oda teatro

Europa amica

Emergenza rifiuti, nell’impianto di Cerignola l’incontro tra Pecorella e i sindaci dell’ATO FG4 Pezzano: “Ora un confronto serio e responsabile per la soluzione strutturale del problema”

07.11.2011

Si svolgerà nell’impianto cerignolano di trattamento e smaltimento dei rifiuti l’incontro sull’emergenza rifiuti chiesto dal consigliere provinciale del PD, Rino Pezzano, all’assessore provinciale alle Risorse Ambientali, Stefano Pecorella, e che coinvolgerà i sindaci dell’ATO FG4 ed i consiglieri della Provincia di Foggia eletti nei collegi che comprendono questa porzione di territorio. La decisione è maturata questa mattina, all’esito dell’incontro tra Pezzano e Pecorella, al quale è stata formalmente posta la questione dell’imminente esaurimento del 4° lotto della discarica Forcone Cafiero. “In poco più di 2 anni si sarà esaurita la portata di un impianto che avrebbe dovuto servire i Comuni dell’ATO FG4 per almeno un quinquennio – scrive il consigliere del PD – Ciò che rileva ancor più è la non coincidenza dei tempi tra la chiusura del 4° e la realizzazione del 5° lotto della discarica, progettato e costruito a spese del Consorzio SIA. Tra l’esaurimento del vecchio e la costruzione del nuovo impianto passerà almeno un anno: 12 mesi in cui 30 dei 64 Comuni foggiani e della BAT non sapranno dove stivare i rifiuti prodotti”. A quel punto, l’unico impianto attivo in provincia di Foggia sarà quello di Deliceto, ma “è impensabile che possa diventare l’unico al servizio della Capitanata; se anche fosse, ai prezzi attuali, si scaricherebbe sui cittadini dell’ATO FG4 un maggior costo per lo smaltimento dei rifiuti pari ad almeno l’80% dell’attuale tariffa”. “La solidarietà offerta e praticata per anni dalle comunità di Carapelle, Cerignola, Margherita di Savoia, Ordona, Orta Nova, San Ferdinando di Puglia, Stornara, Stornarella e Trinitapoli avrebbe come esito un notevole danno ambientale e finanziario. E’ una prospettiva insopportabile – sottolinea Pezzano nella lettera a Pecorella – che amministratori coscienziosi e responsabili non possono accettare supinamente. E’ necessario agire fin tanto che c’è il tempo, seppure limitato, per elaborare e attuare una strategia di gestione dell’emergenza e di strutturale superamento della stessa”. La proposta di un incontro istituzionale “ha riscontrato l’immediata e convinta adesione dell’assessore provinciale – commenta il consigliere del PD – che ringrazio per la disponibilità e l’impegno annunciato nell’organizzazione a breve del confronto. Amministratori e cittadini, in particolare quelli di Cerignola che è sede della discarica, hanno l’opportunità di attivare un dibattito finalizzato all’individuazione di scelte e all’attuazione di iniziative per il superamento strutturale della logica emergenziale. E’ bene che in questa fase si attenuino i toni populistici e demagogici – conclude Rino Pezzano – e, pur nel rispetto delle differenti posizioni, si scelga il profilo della responsabilità amministrativa e politica per ragionare seriamente sul sistema integrato di smaltimento e raccolta dei rifiuti”.

Indietro

torna al menù veloce

Newsletter

Newsletter




torna al menù veloce
webtv diretta video archivio delle sedute del consiglio provinciale

ACF

Mobilità & Disabili

SUA - Stazione Unica Appaltente

Verifica Impianti Termici

Scuola di Protezione Civile

Ufficio Europa

Focus Europe

Patto dei Sindaci

Linea Amica

Audio Video

Arcadio

Offerte Lavoro

Magna Capitana
Sportello linguistico provinciale