Numeri utili e contatti

torna al menù veloce

Portale Sintesi

capitanata in musica

Servizio Civile

Daunia da favola

Festival

Politiche sociali

Territorio

Sportello Telematico Unificato

Oda teatro

Europa amica

Roxana

A San Giovanni Rotondo un seminario sulla situazione occupazionale in Capitanata e sul ‘Patto per il lavoro’.

18.10.2011

A soli due mesi dall'approvazione del "Programma per la Crescita Economica, Sociale e Occupazionale nella Provincia di Foggia" (il cosiddetto "Patto per il Lavoro"), avvenuta all'unanimità  ad opera del Consiglio Provinciale il 1 agosto scorso, si è svolto a San Giovanni Rotondo il 6 ottobre un seminario organizzato dalla Confcommercio locale, presso il Centro di Spiritualità Padre Pio. Al centro del convegno, e dell'approfondita riflessione dei partecipanti, la situazione occupazionale della provincia di Foggia, a partire dai suoi elementi di criticità e dalle sue prospettive di rilancio. Ad aprire l'incontro il saluto del presidente della Confcommercio, Mario Campanile, al quale sono seguiti gli interventi del vice sindaco del Comune di San Giovanni Rotondo, Carriera Antonio, e del direttore della Caritas diocesana, don Domenico Facciorusso.

A sottolineare la strategicità del tema e del convegno è stato il consigliere provinciale Gaetano Cusenza, secondo il quale "se è vero che la Città di San Giovanni Rotondo nel campo occupazionale presenta notevoli criticità, lo è altrettanto che la città di San Pio ha risorse straordinarie come la Casa Sollievo della Sofferenza, le strutture sociosanitarie, il settore turistico, agricolo, edilizio, artigianale e commerciale”. “Investiamo su queste grandi risorse -ha proseguito Cusenza- e poniamo fine alla cultura del lamento, per inaugurare la stagione della speranza. Le cose cambieranno. Anzi sono già cambiate. In Puglia, infatti, nel secondo semestre del 2011 sono state assunte 49.000 persone, pertanto il tasso di disoccupazione dal 13,5% si è abbassato ad 11,6%".
"È  tempo che i politici e noi amministratori guardiamo al mondo occupazionale con l'occhio del disoccupato -ha concluso il consigliere
provinciale-. Solo così faremo ripartire il treno dello sviluppo, soprattutto per i nostri giovani".

Una disamina attenta della crisi economica generale è stata formulata dal responsabile dell’azione ‘Welfare to work’ dell'agenzia Italia Lavoro, Angelo Irano, per il quale "nella storia le crisi si manifestano quando  finisce una fase e una pagina nuova sta per aprirsi. È questa la situazione, oggi, in materia occupazionale. Il sistema è cambiato e davanti a noi ci sono numerose opportunità, che tuttavia le aziende stendano a recepire".
"Occorre innanzitutto modificare il sistema della formazione - ha affermato Irano-. Ideando e realizzando non più corsi formativi finalizzati semplicemente a riempire le aule. Dobbiamo dar vita ad un sistema della formazione che risponda alla domanda professionale del territorio.  Oggi per le aziende una funzione di grande rilievo può essere svolta dall'apprendistato,  uno strumento occupazionale che offre piene garanzie sia al lavoratore che alle imprese. La grossa novità del Piano del Lavoro della Provincia di Foggia - ha evidenziato
il responsabile di Italia Lavoro - è per l'appunto la chance  che viene data ai giovani universitari, i quali contestualmente allo studio possono anche cimentarsi in reali e concrete esperienze lavorative".

Le conclusioni del convegno sono state affidate all'assessore provinciale alle Politiche del Lavoro, Leonardo Lallo, il quale rispondendo alle domande degli operatori presenti ha sottolineato come "il Piano del Lavoro Provinciale è già in vigore e San Giovanni Rotondo con tutte le sue risorse può autorevolmente candidarsi a ricoprire il ruolo di città pilota. In questo centro - ha detto Lallo - può nascere una nuova e più moderna formula di stretta collaborazione tra le istituzioni pubbliche e i soggetti privati. Può
nascere cioè un vero e proprio tavolo tecnico permanente. Agli imprenditori che in questo periodo di crisi sono sicuramente presi dallo scoraggiamento -ha concluso l'assessore provinciale-  rivolgo un appello a credere nelle istituzioni e a praticare sul campo gli strumenti della cooperazione e della sinergia. Perché solo insieme, mettendo le nostre forze, le nostre competenze, il nostro bagaglio di conoscenze dalla stessa parte della barricata potremo costruire le ragioni del rilancio, ancorandolo alle vocazioni e alle specificità della Capitanata, per disegnare una prospettiva di crescita reale sul piano socio-economico per il nostro territorio".

Indietro

torna al menù veloce

Newsletter

Newsletter




torna al menù veloce
webtv diretta video archivio delle sedute del consiglio provinciale

ACF

Mobilità & Disabili

Agricoltura Dauna

SUA - Stazione Unica Appaltente

Forum Agricoltura

Verifica Impianti Termici

Scuola di Protezione Civile

Ufficio Europa

Focus Europe

Patto dei Sindaci

Linea Amica

Audio Video

Concorso lirico Umberto Giordano

Arcadio

Formazione

Offerte Lavoro

Girolio

Capitanata 2020

Ambiente

Magna Capitana

Reciproca

Università terza età

Sportello linguistico provinciale