Numeri utili e contatti

torna al menù veloce

Portale Sintesi

capitanata in musica

Servizio Civile

Daunia da favola

Festival

Politiche sociali

Territorio

Sportello Telematico Unificato

Oda teatro

Europa amica

Roxana

Emergenza rifiuti, il Partito Democratico propone l’adozione del piano provinciale Campo: “Questione di straordinaria importanza; è il tempo delle scelte, anche se impopolari”

30.09.2011

“Una pianificazione provinciale del ciclo dei rifiuti, ampiamente concertata, ci consente di partecipare con maggiore consapevolezza e maturità ai tavoli di confronto con la Regione”. E’ stato il capogruppo del Partito Democratico, Antonio Prencipe, a sintetizzare e condividere con anche i gruppi di maggioranza l’obiettivo delle prossime riunioni della Commissione consiliare Ambiente, individuato unitariamente nel corso del Consiglio provinciale svoltosi questa mattina. “La questione rifiuti è di straordinaria importanza – ha affermato nel proprio intervento il segretario provinciale del PD, Paolo Campo – ed è arrivato il momento che la Provincia compia le scelte necessarie a sottrarre questo delicato tema alla bagarre elettoralistica”. Così non è stato a San Nicandro Garganico, dove “l’atteggiamento ragionevole della Giunta guidata da Costantino Squeo” e le decisioni assunte sulla localizzazione dell’impianto di trattamento dei rifiuti “all’esito di un lungo e meditato processo di partecipazione civica sono state sconfessate alla vigilia delle amministrative da chi oggi siede in Giunta anche grazie all’opposizione ad un progetto che ha precipitato l’intero Gargano nell’emergenza”. “Le difficoltà denunciate da quasi tutti i Comuni della Capitanata, il progressivo esaurimento delle discariche esistenti, i rischi crescenti per la salute pubblica, la salubrità del territorio e le infiltrazioni malavitose – ha aggiunto Antonio Prencipe – impongono l’adozione di un piano provinciale, in cui trasfondere al meglio le nostre responsabilità politiche prima ancora ed indipendentemente dalle competenze amministrative”. “Comprendo bene che operare una scelta in questo delicato settore può provocare impopolarità, ma la Provincia ha il dovere di agire per superare lo stallo provocato dai veti incrociati localistici, ha il dovere di individuare e proporre un’alternativa a San Nicandro Garganico – ha concluso Paolo Campo – Altrimenti comprometteremo definitivamente la nostra credibilità tanto nei confronti della Regione che nei confronti dei cittadini di Capitanata”.

Indietro

torna al menù veloce

Newsletter

Newsletter




torna al menù veloce
webtv diretta video archivio delle sedute del consiglio provinciale

ACF

Mobilità & Disabili

Agricoltura Dauna

SUA - Stazione Unica Appaltente

Forum Agricoltura

Verifica Impianti Termici

Scuola di Protezione Civile

Ufficio Europa

Focus Europe

Patto dei Sindaci

Linea Amica

Audio Video

Concorso lirico Umberto Giordano

Arcadio

Formazione

Offerte Lavoro

Girolio

Capitanata 2020

Ambiente

Magna Capitana

Reciproca

Università terza età

Sportello linguistico provinciale