Numeri utili e contatti

torna al menù veloce

Portale Sintesi

capitanata in musica

Servizio Civile

Daunia da favola

Festival

Politiche sociali

Territorio

Sportello Telematico Unificato

Oda teatro

Europa amica

Roxana

APRICENA

Scheda comune
La storia

Carpino APRICENA
E’ un comune italiano di 13.657 abitanti della provincia di Foggia in Puglia. Fa parte del Parco Nazionale del Gargano ed è noto per la presenza di cave della cosiddetta pietra di Apricena Apricena, il cui nome originario pare fosse "Procina" derivante da "porcile", fu uno dei luoghi di Capitanata tra i favoriti dell'imperatore Federico II di Svevia. Per merito del "Puer Apuliae", che era solito cacciare e soggiornare in questo ameno sito, il nome fu mutato in "Apricena", da "aper" (cinghiale), in riferimento a una lauta cena a base di cinghiale organizzata in suo onore; la data dello storico evento che decretò la nascita del paese è riferibile al 1225. Apricena ha però origini più antiche; sin dall'VIII secolo, infatti, fu dimora di Schiavoni ed Albanesi. La città fu anche colonia di mercenari saraceni, fedeli sudditi di Federico II, che concesse loro particolari privilegi. Nel 1304 Apricena divenne feudo del vescovo di Lucera; contesa da Aragonesi, Francesi e Spagnoli, passò di signoria in signoria fino a quando, con la proclamazione del regno d'Italia, ottenne l'indipendenza. Numerose tracce del passato sono state cancellate dai frequenti terremoti che nei secoli hanno scosso l'intera zona. Sopravvive tuttavia il Palazzo Baronale che ha incorporato al suo interno i resti del Casale eretto per Federico II. Da visitare è anche la chiesa parrocchiale che custodisce al suo interno un rilievo in pietra di epoca tardo-romana riproducente una Madonna col Bambino. Interessanti appaiono inoltre i ruderi di Castel Pagano, antica rocca saracena situata nei pressi della città. L'agricoltura occupa un posto importante nel bilancio economico del paese; i prodotti quali cereali, uva e olive, infatti, trovano in loco trasformazione e commercializzazione. L'industria portante però, è quella estrattiva del marmo e della rinomata pietra da intaglio detta "Pietra di Apricena".

Sito web comune - vai

 

torna al menù veloce

Newsletter

Newsletter




torna al menù veloce
webtv diretta video archivio delle sedute del consiglio provinciale

ACF

Mobilità & Disabili

Agricoltura Dauna

SUA - Stazione Unica Appaltente

Forum Agricoltura

Verifica Impianti Termici

Scuola di Protezione Civile

Ufficio Europa

Focus Europe

Patto dei Sindaci

Linea Amica

Audio Video

Concorso lirico Umberto Giordano

Arcadio

Formazione

Offerte Lavoro

Girolio

Capitanata 2020

Ambiente

Magna Capitana

Reciproca

Università terza età

Sportello linguistico provinciale