Numeri utili e contatti

torna al menù veloce

Portale Sintesi

capitanata in musica

Servizio Civile

Daunia da favola

Festival

Politiche sociali

Territorio

Sportello Telematico Unificato

Oda teatro

Europa amica

Roxana

ALBERONA

Scheda comune
La storia

                                                                    
Alberona ALBERONA Alle falde del monte Stillo, circondato da una vegetazione rigogliosa e ricca di corsi d'acqua, questo piccolo paese sorge a 732 m. sul livello del mare. La posizione geografica lo rende uno dei comuni più panoramici della nostra provincia: dal suo "muraglione" lo sguardo si perde sui monti della Daunia. Il paese si snoda lungo un percorso conico che sale su per la collina fino a raggiungere il campo sportivo. La passeggiata, davvero gradevole, permette una sosta ai "pisciarelli", antiche fonti da cui sgorga un'acqua freschissima e limpida. Nel centro storico restano alcuni antichi palazzi di età feudale, dimore dei signorotti del tempo, e strette stradine dove la vita sembra scorrere secondo i ritmi lenti e tranquilli dei suoi abitanti. A poca distanza dal paese è possibile una escursione risalendo il corso del canale dei Tigli e immergendosi nel folto della vegetazione. Percorrendo le strette viuzze del borgo, dove si ammirano portali e stipiti artisticamente incisi, si arriva all’Arco Calabrese (XIV sec.), l’unico arco ligneo della zona, conservato intatto nel tempo. Proseguendo attraverso il centro storico, si sale verso la Chiesa di San Giuseppe (XVI sec.), importante per il portale in stile gotico e per la presenza di un interessante altare in pietra. L’Arco dei Mille (XV sec.) offre un ampio panorama e invita a scoprire la struttura monumentale della Fontana Muta (XIX sec.), le cui acque scivolano, silenziose e discrete, negli imponenti abbeveratoi in pietra. La via che rasenta la Villetta Comunale riporta verso il punto di partenza, dopo una sosta obbligata al Muraglione dove, respirando l’aria del Tavoliere, lo sguardo sorprende le isole Tremiti, approdo di aspirazioni e di sogni Secondo la tradizione le origini di Alberona sarebbero legate ai Cavalieri di Malta; sappiamo che all'epoca di re Manfredi il paese era un feudo, in seguito ceduto al conte di Barletta. Popolato ed ampliato dai calabresi, passò successivamente al conte Corrado che la vendette ai Cavalieri Templari. Quando il Concilio di Vienna decise la soppressione di questo ordine, Alberona divenne dominio dei Gerolosomitani fino al 1809.

 

torna al menù veloce

Newsletter

Newsletter




torna al menù veloce
webtv diretta video archivio delle sedute del consiglio provinciale

Agricoltura Dauna

SUA - Stazione Unica Appaltente

Forum Agricoltura

Verifica Impianti Termici

Scuola di Protezione Civile

Ufficio Europa

Focus Europe

Patto dei Sindaci

Linea Amica

Audio Video

Concorso lirico Umberto Giordano

Arcadio

Formazione

Offerte Lavoro

Girolio

Capitanata 2020

Ambiente

Magna Capitana

Reciproca

Marcone

Università terza età

Sportello linguistico provinciale