Formazione per gli “Amministratori giovani” dei Comuni ACF

foto rappresentativa della notizia

07.03.2018

 L’Associazione dei Comuni foggiani (ACF), ha promosso per il mese di aprile l’attivazione di un programma di formazione per gli Amministratori più giovani presenti nei Consigli e nelle Giunte comunali degli Enti aderenti (Provincia e Comuni) all’Associazione. La selezione dei candidati è già iniziata. Una locandina è già presente sui siti (www.provincia.foggia.it) e (www.associazionedeicomunifoggiani.it). L’iniziativa è stata decisa dal Comitato Guida di ACF, costituita dai sindaci dei Comuni associati e dal delegato provinciale, nonché presidente dell’Associazione, Gaetano Cusenza ed è contenuta nel piano programmatico che gli amministratori hanno formulato per il 2018, a seguito dell’esperienza che hanno maturato nel corso del 2017 , dei risultati registrati e degli impegni assunti. La Convenzione istitutiva dell’Associazione, pubblicata sul suo sito web istituzionale, prevede che la stessa si faccia carico di far funzionare il Territorio foggiano come se fosse un’Organizzazione, anziché un luogo fisico. Il nome che è stato dato a questo nuovo modello organizzativo, messo a punto dal prof. Renato Di Gregorio, dopo anni di sperimentazione sul campo, è “Organizzazione Territoriale” e prevede forme complesse e originali di integrazione tra le organizzazioni presenti sul territorio. Tale modello va gestito dagli Amministratori più esperti e va appreso da quelli più giovani. Come funziona l’Organizzazione Territoriale e come possa garantire uno sviluppo locale condiviso a tutto vantaggio della qualità della vita che si potrà registrare sul territorio provinciale, richiede, infatti, una preparazione specifica che non può prescindere dalla formazione manageriale usata nelle grandi imprese, né dalla formazione del management pubblico, tipico della Pubblica Amministrazione. La formazione che ACF conta di fare sarà pertanto del tutto nuova. La Convenzione istitutiva di ACF prevede inoltre che i progetti strategici di sviluppo locale perseguiti dall’Associazione siano condotti con una metodologia particolare che si chiama “Formazione Intervento”. Una dimostrazione pratica l’ACF l’ha data al riguardo coordinando il grande progetto sull’ottimizzazione delle Vie Francigene che attraversano il territorio provinciale e realizzando un Master Plan condiviso che fa ora da guida ai lavori avviati intanto sul percorso del Gargano che ha come capofila il Comune di San Giovanni Rotondo. La metodologia è stata dichiarata “una best practice” dalla Regione Puglia. L’associazione dei Comuni salentini per questo motivo ha invitato i colleghi foggiani, a Lecce, il 21 di febbraio u.s., per definire un accordo che consenta il trasferimento di questa buona pratica che si basa sul presupposto che ogni progetto strategico vada gestito con una forte partecipazione delle organizzazioni del territorio e dei cittadini, ciò richiede agli Amministratori di ACF, soprattutto a quelli giovani che hanno meno dimestichezza con la gestione di processi partecipativi complessi, di natura interistituzionale, una preparazione specifica. Il programma formativo sarà finalizzato a sviluppare la competenza all’uso di queste due leve di gestione per lo sviluppo locale: “Organizzazione Territoriale e Formazione Intervento” ,con lezioni in aula ed esercitazione sul campo, proprio sui progetti strategici che il Comitato Guida ACF ha già individuato. I Comuni aderenti sono stati invitati ad iscrivere al programma formativo due giovani Amministratori per parte. Ad essi i Comuni potranno aggiungere l’iscrizione anche di un giovane laureato che abbia interesse ad investire in questa nuova professionalità che si va delineando, quella di “esperto di organizzazione per lo sviluppo locale”. La nuova figura professionale si colloca a mezza strada tra il consulente di sviluppo organizzativo e l’amministratore pubblico; se ne è parlato a Foggia, il 25 gennaio, con l’Assessore Sebastiano Leo e con l’Assessore Loredana Capone a Lecce nel convegno del 21 di febbraio. L’esigenza è stata pure rappresentata negli incontri fatti in Provincia di Foggia con il rappresentante dell’Università di Foggia, il prof. Cipriani, in previsione della sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra ACF e l’Ateneo. Due edizioni del Master ACCOMPAGNA a Foggia hanno mostrato di cosa si tratti, ma ora che l’esigenza risulta chiara e largamente condivisa, va certamente attivata una iniziativa formativa più larga e non solo limitata ai giovani laureati, ma anche ai giovani Amministratori. Il prof. Di Gregorio, della segreteria di ACF si è fatto carico di condurre una prima sperimentazione in merito e di rendere pubblico sia il processo didattico utilizzato che i risultati conseguiti, in vista di una sua poi larga diffusione nei Comuni che volessero adottare le metodologie partecipative per la gestione dei programmi di sviluppo locale. Ciò peraltro risponde pienamente alle indicazioni della legge della Regione Puglia n° 28 del luglio dello scorso anno sulla “Partecipazione”.


Indietro

torna al menù veloce

Newsletter

Newsletter




torna al menù veloce
webtv diretta video archivio delle sedute del consiglio provinciale

ACF

Mobilità & Disabili

SUA - Stazione Unica Appaltente

Verifica Impianti Termici

Scuola di Protezione Civile

Ufficio Europa

Focus Europe

Patto dei Sindaci

Linea Amica

Audio Video

Arcadio

Offerte Lavoro

Magna Capitana
Sportello linguistico provinciale